Diagnostica per immagini

La diagnostica per immagini racchiude discipline diverse, come la radiologia, l’ecografia e la TC, che permettono, attraverso la realizzazione appunto di immagini, di eseguire la diagnosi di molteplici patologie.

Le metodiche utilizzate sono tutte non invasive, radiologia ed ecografia vengono effettuate su pazienti svegli, solo la TC, che comunque viene considerato un esame di secondo livello, richiede l’anestesia generale.

La radiologia è una metodica che viene da molti anni ampiamente utilizzata in medicina veterinaria, ponendosi al servizio delle altre discipline; in particolare ne viene fatto ampio utilizzo in pronto soccorso, in ortopedia e in cardiologia solo per citare le più comuni. 

L’esame è di rapida esecuzione e non dannoso per il paziente, considerate le dosi di raggi x che vengono erogate.

L’ecografia è una metodica che si applica molto bene allo studio delle patologie addominali, ma anche delle strutture del collo e dell’occhio. L’esame ecografico viene effettuato sull'animale quasi sempre con il proprietario presente, nel caso lo desideri, e su animali svegli, non è doloroso e non comporta alcun rischio per il paziente. L’ecografia è inoltre di grande aiuto nella realizzazione di procedure ecoguidate, quali esami cito-istologici, drenaggi di liquidi, prelievi di urine.

Nel caso in cui le informazioni ottenute con le due precedenti metodiche non siano sufficienti e il caso lo richieda, si può eseguire l’esame TC, che prevede scansioni pre e post somministrazione di mezzo di contrasto, per poter studiare tutti i distretti (cranio collo torace addome arti) e giungere ad una diagnosi.

Il Team di questo reparto