Blog

ANIMALI DOMESTICI E CORONAVIRUS

06 aprile, 2020

 

  • 1) Gli animali domestici non sono pericolosi: non esistono dimostrazioni che essi abbiano un ruolo nella diffusione e nel contagio all’uomo del coronavirus
  • 2) La principale fonte di diffusione del virus è sempre rappresentata dai contatti tra le persone
  • 3) Ad oggi in tutto il mondo solo 4 animali domestici sono risultati positivi al coronavirus umano SARS-CoV2 (per la maggior parte senza sintomi di infezione)
  • 4) L’infezione è sempre avvenuta per stretto contatto dell’animale con i proprietari infetti e non viceversa
  • 5) Il contatto degli animali domestici non causa la trasmissione del virus
  • 6) Se risulti positivo al coronavirus, proteggi il tuo animale; se ti è possibile affidalo alle cure di un’altra persona
  • 7) Se sei positivo al coronavirus e hai un cane, ricordati che non puoi uscire nemmeno per le sue funzioni fisiologiche; evita di avvicinarti a lui o di toccare le sue cose (es. ciotola, guinzaglio, cuccia) durante la fase di isolamento della malattia
  • 8) Se sei positivo al coronavirus e hai un gatto, evita di avvicinarti a lui o di toccare le sue cose durante la fase di isolamento della malattia
  • 9) Se invece non sei sottoposto a isolamento domiciliare e non hai sintomi, ricordati che gli animali contribuiscono al nostro benessere, quindi passa del tempo con il tuo animale e accompagnalo nella sua uscita quotidiana (nel rispetto della normativa). Ti farà bene!
  • 10) Non esistono dimostrazioni che il virus sopravviva sulla superficie delle zampe ed è inoltre improbabile che le zampe possano veicolare una quantità di virus sufficiente per infettare le persone
  • 11) La pulizia delle zampe dopo la passeggiata può però essere effettuata senza particolari controindicazioni, purché vengano utilizzate sostanze detergenti adatte ai cani
  • 12) Evita le soluzioni alcoliche. Evita di creare soluzioni fai da te contenenti candeggina o amuchina
  • 13) Puoi lavare le zampe utilizzando un sapone (ad hoc per i cani), ma poi ricordati di risciacquarle e asciugarle per bene
  • 14) Ricordati inoltre che gli animali si leccano, quindi non usare alcuna sostanza che possa essere irritante per le mucose
  • 15) Se il tuo animale sviluppa sintomi respiratori, vomito o diarrea dopo essere stato a contatto con una persona infetta da coronavirus, mantieni la calma e contatta il tuo veterinario. È assai probabile che si tratti di un altro problema.
  • 16) Per qualsiasi dubbio ricordati di contattare il tuo veterinario.

 A cura di Riccardo Ferriani, medico veterinario, reparto di medicina interna Ospedale Veterinario San Francesco di Milano